formel/LAB

incubatore di idee

Paceco

Progetto: Archh. Gianni Ingardia e Giusi Mondino

Direzione dei Lavori: Archh. Gianni Ingardia e Giusi Mondino

Formel/Lab è l'incubatore di idee che la Formel, Società operante nel campo della formazione agli enti pubblici, ha voluto creare all'interno dei propri spazi, per offrire a giovani menti brillanti, la possibilità di vedere finanziate delle valide idee sotto forma di StartUp.

Lo spazio di circa 60 metri quadri è nato dalla totale trasformazione del magazzino per la cancelleria e dei vecchi hardware dell'azienda. All'idea di investire parte delle risorse societarie per un fine nobile è seguita l'altrettanta idea nobile di riqualificare uno spazio a margine degli uffici, dietro l'esplicita richiesta di progettare uno spazio "smart", in grado di contribuire ad alimentare la brillantezza delle idee di possibili giovani imprenditori.

Il grande magazzino è stato trasformato in un ampio open space suddiviso in due ambienti messi in diretta connessione da una vetrata trasparente. Il primo, un piccolo box in legno, è destinato ad ospitare i brifing tra più soggetti, in cui discutere i singolo progetti. Il secondo, lo spazio più grande, viene utilizzato per lavorare su singole postazioni attorno ad un grande tavolo o sulla desk/wall. Quest'ultima parete, interamente rivestita con pannelli in legno di abete listellare, si trasforma da superficie verticale a porzioni orizzontali per il lavoro del singolo utente, per poi tornare ad assumere la verticalità originaria.

La parete "vegetale", al cui sfondo si è scelto di dare una tinta di colore verde petrolio, nasconde all'interno delle sue ante, spazi contenitivi, funzionali e ripostigli. Attraverso una delle sue porte si accede direttamente all'altra ala degli uffici.

Il grande tavolo al centro, disegnato e progettato su misura, si colloca simbolicamente al centro dello spazio ed accoglie le postazioni di lavori dei giovani talenti.

Il progetto ha mirato a dilatare lo spazio attraverso l'uso del bianco puro, con l'uso di un pavimento in resina cementizia bianca, di grandi tende filtranti e del controsoffitto con l'illuminazione integrata.

Pochi sono stati i colori e i materiali a contrasto, come il legno di abete ed il colore verde.

Anche per le sedute si è scelto il minimalismo cromatico del bianco, che si ritrova negli sgabelli pieghevoli di Ikea e nella Potrona trottola di Magis. Per sedersi attorno al tavolo centrale si è voluto dare un tocco di colore complementare al verde, con l'inserimento delle poltroncina DAW di Eames in colore giallo.

Impresa: F.lli Ciotta

  • Ad'architettura
  • Ad'architettura