Casa Dash

Erice -  (TP)

Progetto: Archh. Gianni Ingardia e Giusi Mondino

Direzione dei Lavori: Arch. Gianni Ingardia e Giusi Mondino

All'interno di un edificio condominiale per abitazioni private dei primi anni '80, dalle ceneri di una demolizione programmata, rinasce una casa, frutto di una ricetta fatta di due essenziali ingredienti: Semplicità e fiducia.

La semplicità ha costituito il filo conduttore del progetto, alimentato dal desiderio di uno spazio che parafrasasse un famoso slogan pubblicitario degli anni '80: più bianco non si può!

La fiducia nei progettisti, nelle maestranze e nella buona fede di ognuno, è stato l'ingrediente fondamentale per la buona riuscita di questa ricetta.

Il grande open space ha disegnato il vero carattere della casa nella quale si è scelto di mantenere la presenza del corridoio, reinterpretandolo in chiave contemporanea ed innalzandolo al ruolo di galleria espositiva.

Pochi elementi di arredo dalle linee semplici e dal colore bianco, rendono luminosa e accogliente l'abitazione in cui l'unica deroga alla regola del "bianco" è stata concessa solo al pavimento in legno di rovere.

Impresa: Fi.Geo Costruzioni S.r.l

Termoidraulica: Gaspare Salerno

Impianto Elettrico: Carlo Bartolo

Arredamenti. Progetto 2721

  • Ad'architettura
  • Ad'architettura